Una cornice fantastica, un pubblico partecipe e divertito, una scrittrice di successo, questo, il mix ideale per una serata magica, colorata dalle note di “Tu sei l’unica donna per me” di Alan Sorrenti e How deep is your Love dei “Bee Gees”.

Catena Fiorello ritorna a Polignano a Mare, nella splendida location “Specchia Sant’Oronzo” che aveva già ospitato la scrittrice con il libro “Un padre è un padre” nell’estate 2014.

La scrittrice fa subito il suo ingresso con un’inaspettata incursione in puro stile di famiglia, passeggiando tra il pubblico presente e salutandolo con il suo estro e la sua simpatia travolgente, mostrando anche delle doti canore con “Tu sei l’unica donna per me” di Alan Sorrenti accompagnata dalle note di Antonio Serripierri.

Catena1a colori

La scrittrice siciliana si è presentata così al folto pubblico che ha partecipato domenica sera alla presentazione del suo ultimo libro “L’amore a due passi”.
Una bellissima ed emozionante storia d’amore letta con dolcezza dalle parole della sua autrice che racconta il grande amore per il Salento, in cui è ambientato il libro, i suoi luoghi magici, le antiche masserie, attraverso i protagonisti Orlando e Marilena, che descrivono minuziosamente i particolari di questa terra con il ritmo incalzante di una pizzica.
Questo suo ultimo libro è dedicato alla mamma Sara e oltre ad essere un inno all’amore senza età, è una straordinaria guida appunto del Salento, in particolare di Lecce e del suo barocco, come mostra una mappa nelle ultime pagine del libro.

amore a due passi_copertina

Alla domanda perché “L’Amore a due passi”, la scrittrice ci spiega che L’amore conta sempre due passi perché si è in due ad amare, l’amore ha… due passi, il mio passo e il tuo che si ripetono e si ripeteranno, se lo vorrai, sempre allo stesso modo, uno di fianco all’altro”.
“Questo libro è nato due anni fa, – spiega la scrittrice, – avevo deciso di rimanere a Roma ad agosto per festeggiare il mio compleanno che cade proprio la notte di San Lorenzo. Così una mattina, mentre ritiravo la posta, mi sono ritrovata con altri due inquilini del palazzo, un signore ed una signora di una certa età, che sembravano tristi perché un conto è rimanere soli in città per scelta, altra cosa è doverci rimanere perché non hai altre possibilità. E così ho voluto regalare loro una chance, la chance dell’amore tra Orlando e Marilena, li ho chiamati così, queste due persone che pur vivendo nello stesso palazzo non si conoscono. E da lì ho immaginato questa storia d’amore e ho deciso anche di farli partire per una vacanza in Puglia, terra che amo tanto. Questo per dire che a volte bisogna osare, perchè l’amore non ha cifre. Eppure ancora è un tabù se due persone di 70 anni si innamorano, ma questo tabù deve essere superato. Alcuni mi dicono di aver scritto una storia d’amore tra anziani ma non è così io ho scritto una storia d’amore tra un uomo e una donna”.
Il pubblico apprezza e applaude la scrittrice in una serata che si rivela simpatica e scoppiettante, con tanto di fuochi d’artificio al seguito, in uno scenario mozzafiato e si conclude con la promessa della scrittrice che auspica un futuro ritorno “Vorrei tornare di nuovo in questa splendida location, perchè ne sono innamorata”.

Catena Fiorello è una scrittrice di origine siciliana. Prima de “L’Amore a due passi” edito da Giunti, ha pubblicato per Baldini e Castoldi il romanzo “Picciridda” nel 2006, per Rizzoli “Casca il mondo, casca la terra” nel 2011, “Dacci oggi il nostro pane quotidiano” nel 2013 e “Un padre è un padre” nel 2014.

(Ufficio Stampa Realize Creative Studio)